Lasa, la perla della Val Venosta

LASA. Famosa per il maxi happening in onore delle albicocche e per il marmo di estrema qualità (ai primi di agosto si celebra sempre una maxi festa per le strade del piccolo caratteristico borgo della Val Venosta), Lasa negli ultimi anni è stata riscoperta da un crescente numero di turisti, italiani e stranieri, per le sue bellezze naturali in primis e la tranquillità del borgo.
Il marmo di Lasa, che non ha nulla da invidiare con quello di Carrara, è famoso in tutto il mondo per la sua purezza e durezza, anche la scuola per scalpellini del paese è conosciuta anche fuori dai confini della provincia; mentre le albicocche della Val Venosta conquistano tutti i palati con la loro dolcezza. Chi assaggia un’albicocca venostana non ne ha mai abbastanza, una tira l’altra tanto sono buone. Il sapore inconfondibile e l’aroma deciso sono le caratteristiche tipiche che contraddistinguono questa varietà, unica nel suo genere. I frutti si presentano di un colore giallo scuro tendente all’arancione, non sono particolarmente grandi, ma hanno un sapore pieno, ricco ed intenso.
Ma Lasa è apprezzata dai vacanzieri anche per le caratteristiche escursioni che, dal borgo venostano, raggiungono anche altri comprensori.
La Silandro - Lasa è l'impianto di risalita più importante del paesino della val Venosta. Vicino a Silandro e Lasa partono numerose cabinovie e seggiovie sia verso il Monte Sole che verso il Monte Tramontana. Tutti offrono la possibilità di parcheggiare la macchina a valle.
 

Share