I giardini di Merano

MERANO. Tra le varie magnificenze che vanta Merano, non si può non menzionare lo splendore dei giardini Trauttmansdorff, un posto magico, dove la natura e l’arte si danno appuntamento, si estendono su una superficie di 12 ettari e si presentano come un anfiteatro naturale, con oltre 80 ambienti botanici provenienti da tutto il mondo. Impreziosiscono il tutto le numerose stazioni dedicate all’esperienza ricettiva, tra cui dieci padiglioni artistici, la “Piattaforma panoramica” del rinomato architetto Matteo Thun e il “Giardino proibito”. La nuova Serra con il Terrario permette ai visitatori di ammirare una collezione particolare di piante e i curiosi abitanti del Terrario: rane asperse africane, cavallette egiziane, ragni giganti e insetti stecco. 
Per questo meraviglioso connubio tra natura e arte, nonché per lo spirito innovativo che ne sta alla base, nel 2005 i Giardini sono stati eletti “Parco più bello d’Italia”, mentre l’anno  successivo sono stati insigniti dell’ambizioso titolo “Giardino d’Europa n. 6”. È invece del 2013 un nuovo, prestigioso riconoscimento, l’International Garden Tourism Award, che eleva il Trauttmansdorff nel novero dei migliori parchi e giardini a livello mondiale. Dalla splendida fioritura di migliaia di tulipani agli inebrianti colori del novembrino “fall foliage”, i Giardini costituiscono la maggiore attrazione nel panorama meranese.

Share