Turismo enogastronomico, è boom in Alto Adige

A dieci anni dalle prime iniziative turistiche legate all’enogastronomia (il boom iniziò nel 2013 con la brillante idea di unire le sette strade del vino e dei sapori), i vini e i prodotti tipici locali della tradizione alimentare diventano i grandi protagonisti dell’industria delle vacanze del Trentino. I vini più famosi del territorio, dal Teroldego della Piana Rotaliana al Muller Thurgau della Valle di Cembra per arrivare al Trentodoc della valle dell’Adige e di Trento, assumono il ruolo di testimonial della provincia, insieme ad eccellenze alimentari come il Trentingrana, con pacchetti turistici caratterizzati dalla valorizzazione della storia enogastronomica dell’area.

Share